domenica 26 agosto 2007

Pög e püli.






9 commenti:

  1. L'è una bela storia! Tlasè me nona sica a fai?!? Ma no racunta la storia dlà pecòla bensì d'un'altra roba... ma l'è ben pusibil!!! Men la so' no!!! Elura ormai la vegia...

    Salutam al grup dal dialet!! Dlà Susy

    RispondiElimina
  2. Grazie lo stesso, Susy!

    Ciau!


    R. M.

    RispondiElimina
  3. Speri che in nof parol li sapia... Speruma in ben!

    ciau dlà Susy

    RispondiElimina
  4. Come mai così... "notturna"?

    Ciau, Susy!


    R. M.

    RispondiElimina
  5. Bondì Maestar!

    So no a ca, ma all'Internet Point dall'Iper! La salut parchè, miracul, vò via anca me un pò ad dì e turnarò col computer a post, sper! ehhe!!!

    Un salut a lù e a Susy!

    RaFa

    RispondiElimina
  6. Buon viaggio e buona vacanza, Raffa!

    E speriamo torniate insieme (tu e il pc)!


    R. M.

    RispondiElimina
  7. Ma ite bellu custu sidu! M'enit ozza de iscriere in sa limba mia. Diffizile de iscriere pro a mie, ma su saldu lu faeddo!

    Eheh...diffizile de cumprendere beru? :-)

    Bo lasso chin su titolu de una poesia:

    "Chentu ‘iddas chentu modas"

    [Traduzione (letterale):

    Ma che bello questo sito!

    Mi vien voglia di scrivere nella mia lingua.

    Difficile per me da scrivere, ma il sardo io lo parlo!

    Eheh, è difficile da capire vero?

    Vi lascio con il titolo di una poesia:

    "Cento paesi, cento mode (nel senso di usi e costumi...)"


    Complimentissimi a tutti!

    ciao Renato! :-)

    giovanna

    RispondiElimina
  8. Grazie per la visita, Gio! E bella la tua "lingua", difficile, certo, ma un po' l'orecchio l'ho fatto, ascoltando spesso vari gruppi di canto "a tenores"...La nostra ricerca prosegue ormai da alcuni anni ed è ben lontana dalla conclusione: tantissimi i modi di dire, i proverbi, le parole del nostro dialetto (come di qualunque altro, credo) e molto difficile, spesso, tradurli in lingua senza perderne i sapori e i colori più autentici...Che il dio dei dialetti ci aiuti!


    A presto!


    R. M.

    RispondiElimina
  9. come concordo Renato.

    Certi modi di dire, termini... del dialetto sono spesso quasi intraducibili. O meglio, se tradotti perdono sicuramente quanto a intensità, autenticità... sapore come dici tu!

    Mi fa piacere che ascolti i "tenores"!

    a presto,

    g.

    RispondiElimina