mercoledì 6 maggio 2009

Cån då càciå.






Fra i tånti ésprésión tìpich dål nòs diålåt ch'ùmå trai åsèmå p'r ål nòs lìbår-cd sùrå ål diålåt åd Sånåšà, gh è åncåsì "Fàciå då cü då cån då càciå". L'è pròpi cun cùlå ésprésión chi che ål grüp påvéš di "Fiö dlå nèbiå" l'à cuinvòlt ål püblich préšént ål cuncèrt dål Prìmo Màgio, ål Sålón. Unå cånsón tårméntå divårténtå pår finì un grån bèl cuncèrt.

R. M.

Vérsión in Itåliån:

Fra le tante espressioni tipiche del nostro dialetto che abbiamo

raccolto per il nostro libro-cd sul dialetto di Sannazzaro, c'è pure "Fàciå då cü då cån då càciå" (Faccia da culo di cane da caccia). È proprio con questa espressione che il gruppo pavese dei "Ragazzi della nebbia" ha coinvolto il pubblico presente  al concerto del Primo Maggio, al Teatro SOMS. Una canzone divertentissima per terminare un gran bel concerto.

R. M.
 

4 commenti:

  1. Un salut da Rafa!

    RispondiElimina
  2. Ciao, Raffa! Qui siamo alle prese con una campagna elettorale "caldissima"...Argh!


    R. M.

    RispondiElimina
  3. Sì?! W Sanasà ehhe anch'io sn alle prese con il mio futuro ehhe...quanto pensare...cmq pian piano, a parte continuare a scienze della comunicazione (mi trovo mlt bene!), mi si stan aprendo anche altre porte ad...esempio frequentare un corso privato d'inglese e un lavorettino a giugno...se si potesse qualcosa che abbia a che fare col turismo o almeno le tipiche ripetizioni!^^ Ho tanta voglia di rimettermi in gioco! A presto!

    RispondiElimina
  4. Bene, come sempre, non tutto viene per nuocere, ma a volte si possono aprire nuovi orizzonti...Auguri


    R. M.

    RispondiElimina